PENSIONI D'INVALIDITÀ

CHE COS'È

La pensione di invalidità (o pensione di inabilità) è un trattamento assistenziale erogato dall’INPS per 13 mensilità.
Al compimento dell’età prevista per il conseguimento della pensione di vecchiaia, la prestazione si trasforma in assegno sociale sostitutivo.
La domanda per il riconoscimento dell’invalidità civile deve essere inoltrata all’INPS esclusivamente per via telematica, completa di documentazione sanitaria. Il certificato medico deve essere compilato e inviato telematicamente dal “medico certificatore” su apposita modulistica predisposta dall’INPS.

A CHI SPETTA

ai mutilati e invalidi civili totali e parziali che abbiano compiuto 18 anni

ai ciechi civili assoluti

ai sordomuti che abbiano compiuto 18 anni

COME FUNZIONA

Il processo di riconoscimento dell’invalidità civile si compone di una fase sanitaria e una fase amministrativa. La prima serve per accertare il grado di invalidità civile, cecità civile, sordità, disabilità e handicap in base alle minorazioni del soggetto richiedente.

La seconda è diretta, previa verifica dei requisiti amministrativi stabiliti dalla normativa vigente, alla concessione dei benefici che la legge riserva ai cittadini, in base allo stato invalidante riconosciuto.

Per le prestazioni economiche di competenza dell’INPS è richiesto un grado di invalidità compreso tra il 74% e il 100% e sono considerati mutilati e invalidi civili i cittadini con minorazioni congenite o acquisite, anche progressive (compresi gli irregolari psichici per oligofrenie organiche o dismetaboliche o per insufficienze mentali dovute a difetti sensoriali e funzionali), che hanno subito una riduzione permanente della capacità lavorativa di almeno un terzo o difficoltà persistenti a svolgere i compiti e le funzioni proprie della loro età, se minori di anni 18.

Il grado minimo per la qualifica di invalido civile è, quindi, di un terzo (33%) di riduzione permanente della capacità lavorativa, determinato in base alla tabella, approvata con decreto del Ministro della Sanità del 5 febbraio 1992

DOCUMENTI RICHIESTI

DOMANDA DI PENSIONE

Documento e codice fiscale 

Documento e C.F. moglie

Data del matrimonio

IBAN

Lettera dimissioni

Ultimo 730 anche congiunto

RICOSTITUZIONE PENSIONE

Fotocopia documento e codice fiscale

Lettera INPS 

Se coniugata, dati del coniuge

Se vedova, dati della vedovanza 

Data della prima pensione arrivata

Data del matrimonio

DOMANDA DI REVERSIBILITÀ

Fotocopia documento e codice fiscale richiedente e del de Cuius 

Certificato di decesso

Data del matrimonio

Eventuale libretto di pensione (se ha più pensioni)

Codice IBAN 

Modello RED o 730 per situazione reddituale

ENTRA SUBITO IN CONTATTO CON UN NOSTRO ESPERTO

Scroll to Top
Centro Servizi Pomezia 36